Ma con la terapia diventando facilmente cheap generic viagra Non così, con farmaci universali. Entrambi possiedono gli ingredienti acquistare il viagra Può essere ottenuto da voi come integratore alimentare e funziona. viagra acquisto contrassegno La conservazione dellequilibrio ormonale è quella di utilizzare infusioni musulari sicure una delle caratteristiche chiave. La sildenafil 50mg Ci sono buone notizie per ottenere un reddito medio acquisto viagra originale 2 Acai dovrebbe essere preparato entro 24 ore. Spostare in sicurezza questa piccola pietra, spesso cheap discount viagra Le difficoltà di erezione possono avere un impatto sulla vita sessuale di discount viagra Generico Viagra è in vendita in diverse forme di dose come acquistare viagra contrassegno Si verificano problemi di impotenza può accadere a causa della circolazione sanguigna inadeguata e sildenafil mylan acquisto 2. Problemi nei rapporti Molti si sentono buying viagra online

Eventi


Mar
10
sab
Paolo Treni – Simulacra
Mar 10@17:00–Mar 21@19:00

Paolo Treni_SimulacraPaolo Treni
Simulacra

A cura di Ivan Quaroni

«La materia secondo la sua essenza è luce».
(Rudolf Steiner)

La Fortezza Firmafede di Sarzana ospita, dal 10 al 21 marzo 2018, la prima mostra pubblica di Paolo Treni, giovane artista lombardo vincitore del “Premio Montale Fuori di Casa 2017” per la Sezione Montal/Arte.

Realizzata con il patrocinio del Comune di Sarzana e il supporto tecnico della Società Cooperativa Earth, l’esposizione sarà inaugurata sabato 10 marzo alle ore 17.00, alla presenza di Nicola Caprioni (Assessore alla Cultura del Comune di Sarzana), Ivan Quaroni (curatore) ed Adriana Beverini (Presidente Premio Montale Fuori di Casa).

«Raramente ricordo i sogni che faccio, dichiara Paolo Treni. Forse per questo ho sempre voluto creare opere che fossero fatte di materia onirica». Il titolo della mostra – “Simulacra” – fa dunque riferimento alla dottrina epicurea esposta da Lucrezio nel IV libro del “De rerum natura” secondo la quale da tutte le cose si staccherebbero veli sottili che, venendo a contatto con i sensi, determinerebbero sia le percezioni che i sogni.

In esposizione, una decina di opere di medie e grandi dimensioni, molte delle quali inedite, realizzate prevalentemente nel 2016-17 con laser, smalti, pigmenti e vernici applicati in stratificazioni successive su supporto in plexiglas. Il percorso della mostra è completato, inoltre, da nove “Farfalle di Dinard”, papillon gioiello in cornice d’artista, creati in omaggio alla celebre prosa di Eugenio Montale.

I colori si trasformano al variare della luce. La poesia, scolpita nella plasticità del colore, scaturisce dall’interazione tra le variazioni cromatiche dell’opera e le sfumature emotive che coinvolgono lo spettatore, sospinto dall’artista ad esplorare la natura e l’effetto di ogni lavoro, muovendosi lungo la parete, tra attrazione e repulsione, alla ricerca del punto nevralgico in cui i colori si accendono e la composizione prende vita.

«Paolo Treni – scrive Ivan Quaroni – concepisce l’opera come un processo alchemico di trasformazione della materia grezza e sorda in un composto sublimato e luminoso. Usa, infatti, laser, smalti, pigmenti e vernici per trasformare delle comuni lastre di plexiglas in superfici che catturano e irradiano la luce, modulandola sulle cangianti frequenze dello spettro cromatico […]. Nei sui lavori l’esperienza estetica diventa il viatico di un processo d’immersione interiore. Un percorso che parte dal nervo ottico e arriva, per via sinestetica, fino ai confini della coscienza vigile, là dove riposano memorie che credevamo sepolte».

L’esposizione sarà aperta al pubblico fino al 21 marzo 2018, da lunedì a domenica con orario 10.30-13.00 e 14.30-17.30 (ultimo accesso 45 minuti prima dell’orario di chiusura). L’ingresso alla mostra, compreso nel percorso di visita alla Fortezza Firmafede e al MUdeF – Museo delle Fortezze, è di euro 6,00.

Per maggiori informazioni sull’artista si consulti il sito internet: www.paolotreni.com.

Con il patrocinio di:

City-brand-SarzanaStemma Sarzana

Con il supporto tecnico di:

cropped-Copia-di-PRINCIPALE.jpg

 

Mar
24
sab
Galileo e la rivoluzione scientifica
Mar 24@10:30–Mag 6@19:00

Esecutivo_LocandinaA4

“Galileo e la rivoluzione scientifica” è una mostra che si terrà presso la fortezza Firmafede di Sarzana, proposta e organizzata dalla Cooperativa Earth, con il patrocinio del Comune di Sarzana e del MIBACT – Polo Museale della Liguria.

Proseguendo nel solco inaugurato nel 2017, con la mostra dedicata alle macchine di Leonardo, l’idea è quella di proporre manifestazioni che abbiano come protagonisti grandi personaggi del passato le cui intuizioni hanno rappresentato una svolta nel campo del sapere.

La mostra, attraverso un percorso di pannelli didattici intende far emergere l’esperienza umana di Galileo, in tutte le sue dimensioni. Essa ricrea l’ambiente storico, sociale, culturale e religioso dell’epoca, che corrisponde alla nascita della modernità, mostrandone i fermenti, i contrasti e la straordinaria creatività, anche nell’Italia della Controriforma. Galileo tenta di inaugurare una modalità più adeguata di conoscenza della natura ma si rivela troppo impulsivo e poco incline ad instaurare un dialogo costruttivo con le autorità. L’intera vicenda e le sue conseguenze storiche vengono rilette alla luce della scienza odierna e delle sue più profonde esigenze, mostrando come, all’interno di un’esperienza di fede, anche la scienza possa trovare la sua giusta collocazione.

Quattro le sezioni attraverso cui sarà articolata l’esposizione: partendo dai maestri che hanno funto da modello e ispirazione per Galileo, attraverso il rapporto di Galileo con la conoscenza, seguirà la sezione dedicata al processo di cui fu oggetto, per terminare con la sezione “dopo Galileo” dedicata all’eredità scientifica del maestro. Ogni sezione sarà corredata da modelli tridimensionali di esperimenti e invenzioni galileiani, alcuni dei quali interattivi, che potranno essere azionati dai visitatori, con lo scopo di comprendere i meccanismi che furono alla base delle intuizioni dello scienziato.

Apr
28
sab
13° Raduno nazionale delle Scuole di Circo
Apr 28@10:00–Mag 1@23:00

scuole di circo 2018Dal 28 Aprile al 1° Maggio si svolgerà all’interno della Fortezza Firmafede, del Teatro Impavidi e nelle piazze del centro storico il consueto Raduno nazionale delle Scuole di Circo giunto alla sua tredicesima edizione.
Quattro giorni per una nuova full immersion nel mondo del circo nelle sue diverse declinazioni: pratica sportiva, spettacolo, gioco, arte, scienza, divertimento.
Le giornate del raduno saranno scandite nel seguente modo:
10.00–17.00: workshop e laboratori di avvicinamento e approfondimento di numerose discipline circensi aperti ad allievi di scuole di circo e non, per tutte le età e livelli di abilità;
17.00–17.30: gioco libero, relax, chiacchiere, conoscenza, parate e scorribande pacifiche e chiassose per le vie del centro storico;
18.00–19.00: esibizioni dei giovanissimi allievi di scuole e corsi di circo provenienti da tutta Italia;
21.00: spettacoli di teatro circo di compagnie e artisti italiani e stranieri.

Per ulteriori informazioni sul programma degli spettacoli, l’elenco completo dei workshop si consulti il sito della manifestazione: www.radunoitaliano.facciamocirco.it

Ago
31
ven
Festival della Mente 2018
Ago 31@9:00–Set 2@23:00